ACUSTIMANTICO
 

Home       Tempo     Il gruppo     I dischi      Scrivono     Contatti

Tempo di passaggio


Il titolo fa riferimento a una specie di sospensione, ma anche di cammino, di attraversamento.


Tempo di passaggio è una riflessione libera, non didascalica, sul tempo che viviamo: difficile, diviso, per molti versi oscuro eppure entusiasmante. Un tempo di crisi della società, della cultura, dell’arte, di molti progetti rivelatisi illusori, ma che avrebbe in sé gli elementi e la potenza per un profondo cambiamento, una rigenerazione individuale e collettiva.


Ci sono le trasformazioni  della vita (Canzone di Giugno, Febbre alta, Canzone del fiore di pietra, Canzone del mattino), il valore salvifico delle canzoni (Assoluto), l’elogio dell'utopia (Tempo di passaggio).


C'è l’esempio illuminante dei maestri (Il buon insegnamento),  il desiderio di disobbedire, correre il rischio (Il cane infedele), l’esperienza del disorientamento (Psico A).


Ci sono frammenti di pianoforte e piccole citazioni nascoste.


C'è una trilogia dedicata alla primavera araba (Piccolo carro di frutta in fiamme, Punk Islam,  Libano), a partire dalla storia senza parole di Mohamed Bouazizi e del suo banchetto ambulante di frutta: la polizia lo sequestra, per l’ennesima volta, e allora Mohamed protesta, urla la propria rabbia, si da fuoco, muore. E quel gesto di lotta estrema attraversa il Nord Africa, il Medio Oriente, si fa rivolta.


C'è la nostra idea di canzone d'autore e di canzone europea. Il Folk, il punk rivisitato, la rumba ubriaca. La psichedelia e il free jazz, i toni malinconici e la frenesia.


Ci sono le meravigliose foto di Mario Giacomelli (grazie a Simone Giacomelli, per la gentile concessione), che in una vita intera di artista ha dato immagini al matrimonio tra luce e ombra, tra giorno e notte, tra ieri e domani.


E soprattutto c'è l’idea che la musica non sia un passatempo ma un tempo di passaggio, che porta con sé le gioie e i dolori, la voglia di cantare e ballare il bisogno, a volte intenso, di pensare alla vita.


Le ferite del tempo e le sue medicine.